Area Riservata

INAUGURAZIONE “PAESAGGIO CONVIVIALE”

Giovedì 3 dicembre 2009
ore 11, Piazza Matteotti
Giardino d’inverno temporaneo,
realizzato in occasione delle
festività natalizie

Il Corso di laurea in Verde ornamentale e tutela del paesaggio della Facoltà di Agraria dell’Alma Mater Studiorum- Università di Bologna, con sede didattica a Imola, per iniziativa e con la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e il patrocinio del Comune di Imola, ha curato la progettazione di un giardino d’inverno, che in occasione delle prossime festività natalizie sarà allestito a Imola in Piazza Matteotti, di recente rinnovata e restituita alla città.
Docenti e studenti del corso, nell’ambito del laboratorio progettuale dell’insegnamento di Parchi e giardini II dell’a.a 2009/10, hanno prodotto, a titolo gratuito, il progetto “Paesaggio Conviviale”,sovraintendendone anche la realizzazione.

Alla realizzazione del giardino, che sarà inaugurato il 3 dicembre alle ore 11.00 e rimarrà allestito fino a metà gennaio 2010, partecipano anche ditte che già collaborano con il corso di laurea fornendo gratuitamente piante e materiali per l’illuminazione.
Tale iniziativa concorre sia alla valorizzazione del nuovo contesto della piazza in occasione delle prossime festività, che alla sperimentazione di una collaborazione innovativa tra gli Enti del territorio e l’Università, di cui vengono rese partecipi la comunità Accademica e tutta la cittadinanza, invitate a sedersi attorno al giardino.

Saranno presenti all’inaugurazione :
Sergio Santi
Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Imola
Daniela Manca
Sindaco di Imola
Andrea Segré
Preside della Facoltà di Agraria dell’Università di Bologna

Il concept del progetto

Paesaggio Conviviale è un giardino d’inverno che nasce dal pensare la piazza come luogo d’incontro cittadino e dalla consuetudine di vivere il Natale come momento di condivisione in famiglia, piacevolmente attorno alla tavola.
Convivio significa infatti banchetto.
Così il giardino assume la forma di una tavola attorno alla quale fermarsi, sedersi, riunirsi.
La tavola è imbandita a festa con piante del paesaggio locale, paesaggio che in questo modo entra nel cuore della città. Sono piante che crescono nelle nostre colline a lungo i nostri fiumi. Il giardino richiama l’attenzione sul loro valore naturale e sulla bellezza delle forme e dei colori dei loro rami, foglie, fiori e bacche.

Docente e curatore del progetto : Arch. Enrica Dall’Ara
Aspetti botanici : Prof.ssa Maria Speranza
Coordinamento generale : Prof.ssa Patrizia Tassinari (Presidente del Corso di laurea)

Altri articoli...